Viaggio in Italia, le donne di Aowa in missione

Viaggio in Italia, le donne di Aowa in missione

Dall’Umbria al Nord, nel mese di ottobre 2019 quattro rappresentanti dell’associazione palestinese hanno presentato il loro lavoro nei Comuni, i teatri, le botteghe del commercio equo. Per rafforzare il legame tra Italia e Palestina

Dieci giorni pieni di incontri quelli delle donne dell’Associazione Aowa in Italia. A fine ottobre 2019 Sawsan Saleh, Asma Kilani, Hana Saleh e Ghadir Ghazawna, hanno viaggiato tra l’Umbria e il Nord Italia per una serie di eventi di disseminazione e sensibilizzazione sulla situazione socio-economica della Palestina.

Un modo, il più diretto possibile, per entrare in contatto con enti locali, cittadini, associazioni e botteghe del commercio equo con cui da anni Aowa collabora nel settore dei saponi e degli oli essenziali.

Il viaggio è partito in Umbria al Comune di Narni, il 23 ottobre scorso, per proseguire a San Giustino al Teatro Astra e a Perugia alla Biblioteca San Matteo degli Armeni, in un evento organizzato in collaborazione con l’Unione degli Studenti Palestinesi di Perugia, storicamente presenti in città.

Fino all’incontro con le istituzioni regionali: il 25 ottobre Sawsan, Asma, Hana e Ghadir hanno presentato l’attività di Aowa all’Assemblea legislativa della Regione Umbria, a Palazzo Cesaroni, nel centro storico di Perugia.

La missione umbra si è poi conclusa a Città di Castello con Aowa ospite del Festival Altrocioccolato, da 15 anni impegnato nel raccontare il sud del mondo e l’economia solidale italiana attraverso i prodotti e il lavoro delle comunità.

Il viaggio è poi proseguito nelle botteghe del commercio equo nel Nord Italia, con incontri – partecipatissimi, con le sale piene di appassionati e curiosi della Palestina – alla Bottega “Le Rondini” di Verona, “Le Formiche” di Bolzano e “Mandacarù” di Trento. Le botteghe, legate alla rete Altromercato, hanno offerto i loro spazi alle donne di Aowa, al racconto della loro terra e delle difficoltà che i palestinesi e la loro economia affrontano sotto occupazione. Ma anche delle opportunità aperte grazie al commercio equo e solidale e alla collaborazione con le realtà italiane.

Leave a Reply

Your email address will not be published.